Avanti tutta contro il gioco d’azzardo illegale

Con l’indagine “The Imitation Game” si sono acquisite ulteriori certezze che il settore online del gioco d’azzardo e quello dei casino online certificati AAMS è quella parte di gioco che può essere più soggetto all’illegalità, dato che è difficile da controllare e complicato risalire ai vari server stranieri dai quali partono i maggiori “guai” per il gioco lecito. Le infiltrazioni criminali, oltre che nelle sale da gioco terrestri, si sono “impossessate” in parte del comparto online così vissuto da tanti giocatori e così a portata di mano anche di giovani e giovanissimi che, per periodo storico e per abitudine, si trovano in rete la maggior parte della loro giornata. Così, il “campo di gioco” è immenso ed a chiunque può essere sottoposto un gioco illecito, ma attraente e coinvolgente.. e ci cade! Ma questo sarebbe il meno… si fa per dire: il peggio è quanto malaffare si nasconde dietro i siti non autorizzati.

Il Presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi, si è ovviamente congratulata per i risultati dell’indagine Imitation Game, anche rivolta a contrastare il fenomeno di guardare gratis la televisione online, che ha permesso di smantellare un’importante rete illegale di gioco e di scommesse online e nello stesso tempo ha reso pubblica una sua riflessione circa la capacità imprenditoriale di un’organizzazione che accomunava camorra e ‘drangheta ed era in grado di controllare dall’estero il gioco illegale che si sviluppava su buona parte del nostro territorio. L’obbiettivo, quindi, dell’Esecutivo dovrebbe essere quello di rafforzare la vigilanza su questo specifico settore e non certamente quello di “organizzare” una corsa alla creazione di nuove slot che forse incrementerebbero il gioco, piuttosto che delimitarlo.