I sindaci italiani ed il gioco d’azzardo online

Nel mondo del gioco d’azzardo ed in quello dei casino online italiani legali AAMS migliori, purtroppo, ognuno guarda il “proprio orticello” e non guarda quello del “vicino”: così ci troviamo lo Stato che guarda agli introiti, la filiera che ovviamente guarda agli incassi e mette sul mercato più prodotti e varianti possibili, i produttori di giochi che innovano continuamente le proposte, i cittadini che rincorrono le novità ed affinano sempre più le proprie richieste… e poi i Sindaci che si trovano a lottare con tutto ciò che il mondo-gioco comporta. I Sindaci che si trovano a dover “limitare” il gioco legale, ma che ancora non sanno quanti sono coloro che offrono il gioco abusivamente: non si vogliono aumentare le concessioni, ma non si tiene conto dei luoghi non autorizzati.

E poi che dire di quei Sindaci che si occupano di “zone difficili” come la Campania e la Calabria dove per effettuare i rilevamenti Siae bisognerebbe essere accompagnati da funzionari di polizia altrimenti gli incaricati vengono intimiditi ed impossibilitati a svolgere il loro lavoro? Prima di tanti proclami, forse, bisognerebbe avere risposte su questo: non si può permettere ad alcune Regioni di avere così tanto gioco abusivo, pochi casino online aams e “personaggi” che fanno esattamente quello che vogliono. Il rapporto con il gioco è anche questo: vivere con l’illegalità difficile da contrastare e con la legalità difficile da gestire anche se può stare a cuore che abbia il suo posto nel sociale, seppur con le sue incongruenze di disagi da un lato, ma di impiego di risorse dall’altro. È difficile questo rapporto, molto difficile.