Stanleybet pronto ad offrire nuovi giochi d’azzardo

StanleyBet, che non ha certamente bisogno di presentazione in quanto uno dei primi concessionari per il gioco d’azzardo e anche un divertente casino online legale italiano, vuole far sentire forte la sua voce. E vuole che arrivi chiara e potente sia al Ministro dell’Economia e delle Finanze che ad ADM: il gioco del lotto interessa, ma StanleyBet desidera un cambiamento da un sistema mono providing a quello multi providing e questo poiché ha perplessità e profonda preoccupazione in merito “alla prossima procedura concorsuale”. La stessa StanleyBet non comprende le motivazioni per le quali il gioco del Lotto dovrebbe sempre essere regolamentato in modo differente rispetto ad altri prodotti di scommessa. L’iter dell’Amministrazione va in direzione opposta all’obbiettivo di realizzare un regime “di libera concorrenza tra gli operatori sia nazionali che dell’Unione”. Le perplessità, poi, di Stanleybet si fanno ancora più forti quando sa che sono ampiamente ed apertamente condivise anche dal Consiglio di Stato.

Anche detto Consiglio di Stato, asserisce che in futuro vi dovranno essere, nelle gare ad addivenire, ulteriori requisiti particolarmente eccessivi relativamente alla previsione di una base d’asta e di volumi di fatturato ed anche requisiti di capacità tecnica, come offrire la roulette gratis, estremamente difficili e da considerare al di là ed al di fuori delle necessità operative ed organizzative e, quindi, ostative ad un ottenimento positivo di qualsivoglia autorizzazione. Quindi, anche sotto questo profilo, Stanleybet troverebbe che si concretizzi una barriera insormontabile all’ingresso nel mercato per l’attribuzione della concessione ed, automaticamente, si creerebbe una assoluta restrizione alle libertà di prestazione dei servizi degli eventuali possibili candidati. Tutto questo intralcerebbe ogni buona intenzione e qualsiasi iniziativa di impresa… sempre secondo Stanleybet ovviamente.